TORNA QUINGENTOLART

Appuntamento il 29, 30, 31 luglio a Quingentole,
protagonisti il teatro di strada ed il videomapping

TRA TRADIZIONE ED INNOVAZIONE

Come da tradizione ci sarà il teatro di strada  affiancato da un un nuovo elemento caratterizzante ed innovativo: il videomapping, forma d’arte dal forte impatto visivo capace di coniugare tecnica e valorizzazione del patrimonio architettonico locale

Avete Fame? Com’è che si dice? L’erba cattiva non muore mai?
Come si chiamava quell’uccello che risorgeva dalle proprie ceneri?
Quingentolart è tornato per saziarvi.
Qart non dimentica il proprio passato ma s’illumina, attraverso il videomapping di nuove proposte.
Avremo l’occasione di ridere con gli artisti migranti.

VENERDÌ 29 LUGLIO potremo stupirci con l’accoppiata uomo e cane di Unnico e la cagnolina Yaya in L’ultimo dei mie cani.

SABATO 30 LUGLIO rideremo con Max Maccarinelli col suo nuovissimo StreetFool.

DOMENICA 31 LUGLIO ci divertiremo con Luca Regina in Ecocircus.

Ma ci saranno durante tutte le serate gli stanziali Giorgio Gabrielli col suo universo animato, Sabina Fantin con la maestra a carattere mobile e i suoi laboratori di letterpress e legatoria creativa, e gli Spavaldi con il Palio dei cavalli a dondolo.
E quando su piazza Italia calerà il buio saranno le luci della memoria ad illuminare Qart.

Grazie ai Videomapping di ZeroBeat e di Antica Proietteria, ci caleremo in situazioni oniriche e surreali fra passato e presente.

Per chi porta con se la Fame atavica degli Zanni, presso corte Breda, adiacente alla Piazza Italia, potrà saziarla grazie al ricco menu preparato dalle associazioni quingentolesi Avis e Amatori Calcio.